"IL NUOVO CANTO DEGLI DEI"

h 53cm - 1/12
APOLLO
dagli Inni Orfici

" "Vieni, o beato Apollo, profetico e selvaggio Dio della Luce, compiacente e gentile Dio dei giovani, Signore della Musa, capo di danze, arciere in grado di raggiungere obiettivi lontani, oracolo contraddittorio, l'occhio che getta uno sguardo sui mortali e vede tutto , Dio dai riccioli d'oro, che mitiga il destino universale della terra attraverso l'armonia, voi che dell'intero cosmo possedete il Sigillo del Creatore ... "


Come Zeus è il cielo, così suo figlio Apollo, Apollo è l'occhio del sole. Da lui emanano raggi vivificanti che illuminano il mondo dell'umanità, e il suo tempo è l'estate.
I suoi raggi possono anche trasformarsi in frecce, infallibilmente distruttive contro mostri, giganti, e nemici degli dei, o anche in seme virile per le sue innumerevoli amanti, e l'arco con cui è armato può risuonare con molti accordi e trasformarsi in uno strumento di più alta eccellenza, la lira.
Per questo motivo Apollo è il dio della poesia e della profezia espressa in rime. Signore e amante delle Muse, le profetesse, e le Ninfe, così come Dio della vegetazione e della natura. La sua pianta è l'alloro, i suoi doni, la musica, la misurazione (in quanto tale, padre di Pitagora), e la salvezza dopo la morte..