"IL NUOVO CANTO DEGLI DEI"
Dagli Inni Omerici

"Zeus Kronios, tu che tieni lo scettro, che scendi in tuoni e fulmini, cuore di pioggia, tu che tutto generi, inizio di tutte le cose e di tutte le cose suo completamento, che scuoti la terra, la fecondi, la purifichi, tu che tutto sconvolgi, folgoratore, tonante, fulminante Zeus generante:
ascoltami oh tu dalla forma mutevole..."

ZEUS   (GIOVE)

h 66cm - 1/12

Zeus, signore delle acque celesti, delle piogge benefiche e delle tempeste terrestri, è anche il Signore della Giustizia
L'aquila che lo accompagna e che lo simboleggia,, vede tutto e vola su tutto.
Dal le nubi, quando è benevolo, Zeus fa scendere le acque fecondatrici, quando è irato fa scendere il fulmine contro i malvagi e gli ingiusti ed ha potere assoluto.
Già una volta ha sterminato tutti gli uomini con il Diluvio Universale, da cui ha salvato solo Deucalione e Pirra, che navigarono sopra le onde n una grande arca per nove giorni e nove notti fino ad approdare sulle montagne del Tessaglia.
Le leggi del mondo sono il suo pensiero ed egli impone il Cosmo Caos.
Dio della luce eterea custodisce i giuramenti, il potere dei re, pesa i destini individuali e con un solo gesto della testa fa tremare il mondo.
Re degli Dei Olimpici, ha amato e fecondato innumerevoli dee e donne, generando ero e ha combattuto oscure divinità che infestavano la Creazione, mostri, giganti e titani.
La sua possente mano destra tiene in equilibrio il mondo.